Il Merletto Veneziano

Tradizione

A Burano, nei loro merletti, si tende a tener vivo una stile tradizionale e questo ne è un classico prototipo. Con ciò non voglio dire che i loro motivi siano tutti uguali né che non ci sia un rinnovo nello svolgimento dei tracciati, ma solo che questo è un disegno che proviene da lì e che pertanto non è fatto o elaborato da me come molti altri. Continue with reading

Omaggio alla mia Città

Nell’anno 2003 fu indetto un concorso sul tema “un merletto per Mestre” al quale partecipai presentando un mio lavoro con il titolo “Omaggio alla mia Città” composto da due merletti assemblati in un unica composizione dalle dimensioni d’insieme di cm.16×22 e che fu giudicato primo nella sezione merletti ad ago.

Sullo sfondo c’è una  grigia città industriale con ciminiere che non assomiglia minimamente alla “città perfetta” sognata dagli urbanisti, ma è la mia città a cui posso solo fare un omaggio floreale e ammirarla attraverso un sogno fatto di merletto colorato.

 

 

Tovaglia Mostra di Ponzano

Alla fine del mese di marzo 2011, a Ponzano Veneto c’è stata la consueta mostra  in cui vengono esposti i lavori fatti durante l’anno dalle signore che frequentano i vari corsi.

Oltre ai perfetti e bellissimi lavori di ricamo e macramè, come di consueto, hanno esposto anche alcuni pezzi di famiglia fra cui c’era una splendida tovaglia con inserti di merletto ad ago, filet e ricamo. Continue with reading

il mio primo lavoro

Nostalgia!! Questo fiore è ricavato da una “strinsola” che è il nome dato ad un imparaticcio per chi deve iniziare ad imparare la tecnica del Merletto di Burano.

E’  il mio primo merletto ad ago in assoluto e, per quanto sia bruttino, lo amo nel ricordo delle mie mani impacciate che tentavano di ricoprire il disegno con torsioni di filo e maldestri movimenti delle dita che rimediavano ogni tanto qualche puntura dell’ago. Ma ne è valsa la pena.

Un piccolo filo che dissertò su arte e industria

Nel frontespizio del bellissimo libro di Santina Levey “Lace a History” è riportata una frase di Thomas Fuller (1662) che dice: “un piccolo filo che dissertò su arte e industria“.

Mi pare che ciò  riassuma in poche parole lo spirito intrinseco del merletto che nei tempi passati racchiudeva in sé, oltre alla bellezza anche  un alto valore commerciale.

Si racconta, per esempio, che un nobile francese si vendette una vigna per poter acquistare con colletto di  questo manufatto.